La ionoforesi come metodologia di trattamento

 Scritto da: Sandra Eriksson Mirkovic, medico abilitato specializzato in iperidrosi.

La ionoforesi è un trattamento, usato da diversi decenni, per la sudorazione di mani e piedi. Gli studi hanno dimostrato che, con l’uso continuo, la ionoforesi è un trattamento efficace per la sudorazione eccessiva, anche detta iperidrosi. Il metodo alla base della ionoforesi non è stato completamente chiarito, ma ci sono ipotesi secondo cui gli ioni nell’acqua formano un blocco meccanico che impedisce al sudore di penetrare nella pelle.

Il principio della ionoforesi è semplice. È una macchina a bassa potenza controllabile. Questa fonte di energia è collegata a un bagno d’acqua. Si mettono le mani o i piedi nel bagno d’acqua e si accende la corrente. Poi ci si siede per alcuni minuti (di solito 20-30 minuti per sessione). Alcuni effetti si notano già dopo i primi trattamenti, ma di solito ne sono necessari circa 8-12 (spesso eseguiti ad intervalli di una settimana tra uno e l’altro) prima di ottenere un effetto ottimale. Hidroxa offre una garanzia soddisfatti o rimborsati sulla nostra macchina di 50 giorni in modo da poter testare la macchina e rendersi conto se si è soddisfatti del risultato.

Al giorno d’oggi esiste una varietà di trattamenti per la sudorazione eccessiva di mani e piedi: il cloruro di alluminio, la tossina botulinica, diversi tipi di compresse e altri trattamenti ancora (vedi il capitolo Iperidrosi). In passato esistevano macchine per la ionoforesi in vari istituti dermatologici in tutta la Svezia, ma ci si doveva recare continuamente presso queste cliniche per i trattamenti. Il problema è che l’iperidrosi è una patologia molto sottovalutata, sebbene comporti molti problemi e complicazioni nella vita quotidiana. È pertanto difficile trovare cliniche che offrano il trattamento dell’iperidrosi. Oggi più che in passato. Uno dei vantaggi della ionoforesi è quello di essere un metodo che presenta pochi effetti collaterali e, soprattutto, non costringe a dipendere da nessuna clinica per il trattamento.

Vuoi scoprire gli ultimi suggerimenti su iontoforesi e iperidrosi?

Vuoi sapere le ultime novità sulla iontoforesi?

La ionoforesi non è stata testata su donne in gravidanza e pertanto se ne sconsiglia l’uso durante la gravidanza. Tuttavia si può usare la macchina durante l'allattamento. Si sconsiglia l’uso della macchina in presenza di pacemaker o protesi metalliche all'interno del corpo. La ionoforesi è un trattamento che richiede pazienza e motivazione per ottenere dei buoni risultati. È necessario continuare i trattamenti anche dopo aver raggiunto buoni risultati, altrimenti l’effetto diminuisce rapidamente.

Noi di Hidroxa abbiamo scelto di occuparci della ionoforesi e distribuiamo queste macchine sul mercato svedese e all’estero. Pensiamo che rappresenti un ottimo complemento per, ad esempio, il botulino e una buona opzione per coloro che non possono permettersi di sottoporsi a trattamenti continui con il botulino o che non hanno accesso a cliniche nelle vicinanze del luogo in cui vivono. La ionoforesi è adatta anche a coloro che hanno paura degli aghi e coloro che ritengono che sia troppo oneroso sottoporsi alle iniezioni con il botulino più volte l’anno.

10 domande e risposte sulla ionoforesi

1.Cos’è la ionoforesi?

La ionoforesi è una metodologia per il trattamento della sudorazione eccessiva. È una macchina che utilizza una corrente elettrica molto debole per trattare l’eccessiva sudorazione. Si è seduti con le mani o i piedi a bagnomaria mentre passa la corrente. In alternativa, per altre parti del corpo, ad esempio le ascelle, vengono inumiditi gli elettrodi nell’area in cui passa la corrente. È una macchina progettata principalmente per l’uso domestico.

2. Come funziona la ionoforesi?

Non se ne ha la certezza, ma si pensa che gli ioni presenti nell’acqua formino un blocco meccanico che impedisce al sudore di uscire dalle ghiandole sudoripare, con conseguente minore sudorazione.

3. La ionoforesi funziona per tutti?

La ionoforesi può avere un buon effetto sulla sudorazione eccessiva in oltre il 90% dei pazienti se la macchina viene usata correttamente.

4. La ionoforesi è un trattamento che consigliereste a tutti?

 La ionoforesi richiede, almeno all’inizio, tempo e dedizione per ottenere buoni risultati e il miglior effetto possibile. Se sai che non hai pazienza o tempo e cerchi una “soluzione rapida”, allora ti sconsigliamo la ionoforesi. Quando si inizia il trattamento e si ottiene quello che viene definito uno stato stazionario, ossia l’effetto desiderato, raramente si continuano i trattamenti e si riduce il consumo di tempo/energia.

 5. Quali parti del corpo si possono trattare con la ionoforesi?

 Gli studi che sono stati eseguiti sono principalmente sulle mani e sui piedi. Sono stati eseguiti studi minori sul trattamento della ionoforesi per quanto riguarda le ascelle ed è stato provato che alcuni pazienti hanno avuto un buon effetto nel trattamento ad esempio del viso.

6. Quali risultati ci si può aspettare se ci si sottopone al trattamento della ionoforesi?

Se si esegue correttamente il trattamento, dopo circa 12 trattamenti (in media) si può notare la diminuzione della sudorazione nell’area trattata. Molti sono pazienti con una sudorazione “normale” hanno riferito una qualità della vita migliore.

7.La ionoforesi è pericolosa?

 La nostra macchina per il trattamento della ionoforesi è alimentata a batteria e non è collegata alla presa a muro durante il trattamento. Ciò per evitare che eventuali malfunzionamenti della macchina vengano a contatto con la tensione di rete (230 V). Sconsigliamo l’uso della macchina se si hanno protesi metalliche nel corpo o se si è in stato di gravidanza. (Vedi il manuale), ma la ionoforesi non è in alcun modo pericolosa.

8. Ci sono controindicazioni per la ionoforesi?

 Per informazioni complete consultare il manuale. Sconsigliamo l’uso della macchina in caso di gravidanza (poiché non è stato studiato che il metodo sia sicuro per le donne in gravidanza), o se si ha impiantato nel corpo un pacemaker o un impianto metallico.

 9. La ionoforesi ha effetti collaterali?

 Potresti avvertire un lieve disagio nella pelle durante l’esecuzione del trattamento, ma non è doloroso. Se è doloroso, ti consigliamo di regolare il livello di potenza. La pelle potrebbe arrossarsi o irritarsi. Se hai una piccola ulcera nell’area trattata, coprila con vaselina per evitare ulteriori disagi.

 10. È difficile che la ionoforesi abbia successo?

Il trattamento richiede pazienza all’inizio, ma ottenere buoni risultati è molto probabile. Guarda il nostro video didattico per saperne di più. Ti auguriamo buona fortuna!

 

 Scritto da: Sandra Eriksson Mirkovic, medico abilitato specializzato in iperidrosi.

Link all’articolo scientifico sulla ionoforesi:

Articolo scientifico sulla ionoforesi