Iperidrosi

sandra eriksson mirkovic hyperhidrosisScritto da: Sandra Eriksson Mirkovic, MD

L’iperidrosi, o sudorazione eccessiva, è una condizione che interessa dall’1 al 3% della popolazione mondiale e colpisce uomini e donne in egual misura. La sudorazione eccessiva è prevalentemente associata alle ascelle e alle mani, ma può manifestarsi in qualsiasi parte del corpo: testa, viso, inguine, torso o piedi. In alcune persone, questo problema scompare completamente nel corso degli anni, mentre per altre peggiora.

iperidrosi

Attualmente, non esistono cure per l’iperidrosi. Tuttavia, trattamenti quali la ionoforesi possono contribuire a diminuire il livello di sudorazione e ad alleviare i sintomi. L’iperidrosi non risulta dagli esami del sangue, anche quando i sintomi sono gravi. La sudorazione eccessiva non è sempre dovuta all’iperidrosi: esistono altre condizioni mediche che possono provocarla. In presenza di problemi gravi, occorre rivolgersi a un medico affinché esamini il caso ed escluda altre patologie.

Spesso, i sistemi sanitari non dispongono di conoscenze sufficienti per prendere sul serio i sintomi dell’iperidrosi. Questa condizione è nota come “malattia silente”, in quanto può essere difficile trovare una soluzione e molti soffrono in silenzio. Per essere certi di ricevere la diagnosi corretta, è consigliabile rivolgersi a una clinica specializzata.

Domande sull’iperidrosi

Si può affermare che esistano due forme principali di iperidrosi: una che interessa i giovani, l’altra che insorge successivamente. Uomini e donne sono interessati in egual misura. Di norma, i bambini presentano il problema sulle mani e sui piedi, successivamente, durante l’adolescenza, a livello delle ascelle ed eventualmente dell’inguine e delle natiche; la sudorazione a livello del viso o più generale si manifesta in età più avanzata. Tuttavia, esistono anche forme miste di questa condizione.

Sì, l’iperidrosi può diminuire o scomparire con il trascorrere del tempo. L’iperidrosi può anche peggiorare o modificarsi, ad esempio colpendo una nuova area del corpo.

Non esistono esami del sangue o metodi obiettivi per individuare i pazienti con iperidrosi. L’anamnesi rappresenta un elemento importante e, talvolta, la sudorazione è visibile e consolida la diagnosi; tuttavia, non è fondamentale per ricevere una diagnosi di iperidrosi. Vengono spesso utilizzati diversi strumenti, quali l’HDSS (Hyperhidrosis Disease Severity Scale, scala di gravità dell’iperidrosi) e il DLQI (Dermatology Life Quality Index, indice dermatologico della qualità della vita) per valutare i sintomi e il loro impatto sulla qualità della vita. In alcuni casi, la forte sudorazione può essere provocata da patologie diverse dall’iperidrosi, pertanto è importante rivolgersi a un medico in caso di sudorazione eccessiva, soprattutto se si tratta di una nuova condizione.

L’iperidrosi è una condizione fisica, analogamente a molte altre patologie. In realtà, non si può fare molto in termini di comportamento e stile di vita per curare l’iperidrosi. Nonostante possa aggravare i sintomi, lo stress non è la causa dell’iperidrosi e lo stesso vale per l’obesità: in alcuni casi, la sudorazione aumenta se il peso rende necessario uno sforzo maggiore per il movimento, ma il sovrappeso non è la causa dell’iperidrosi. Molte persone in sovrappeso non presentano sudorazione elevata, al contrario di molte persone magre con iperidrosi. In generale, essere soddisfatti della propria vita rende più semplice gestire l’iperidrosi, ma è importante non biasimare mai se stessi o altri pazienti con sudorazione eccessiva: l’iperidrosi è una malattia.

Si tratta di una condizione clinica che deve essere diagnosticata da un medico. È possibile informarsi a fondo consultando vari forum su Internet, ma è importante ricordare che la sudorazione eccessiva può avere altre cause per le quali è necessaria una terapia. Pertanto, occorre rivolgersi a un medico per sottoporsi alle analisi e agli esami necessari, in modo da escludere altre cause per la sudorazione eccessiva.

No, non è vero. Purtroppo, esiste una profonda ignoranza in materia di iperidrosi, sia tra il pubblico generale sia, sfortunatamente, tra il personale sanitario. L’iperidrosi è una condizione quasi dimenticata e, in qualità di medico, incontro spesso colleghi che non hanno mai sentito parlare della diagnosi o che non sono a conoscenza dell’esistenza di forme di trattamento. Il fatto che la sudorazione eccessiva sia oggetto di uno stigma radicato non contribuisce al miglioramento della situazione. Tuttavia, si prospettano tempi migliori: i medici più giovani sono spesso consapevoli dell’esistenza di questa condizione. Nonostante ciò, c’è ancora molto da fare.

I trattamenti attualmente disponibili sono per la maggior parte sintomatici, pertanto mirano ad alleviare i sintomi, non a curare la condizione. Il trattamento miraDry è relativamente nuovo ed è basato sulle microonde: si ritiene che questo metodo, testato prevalentemente per il trattamento dell’iperidrosi delle ascelle, possa produrre risultati permanenti, ma sono necessari maggiori controlli per esserne certi.

In passato, venivano eseguiti i cosiddetti interventi di simpatectomia, che prevedono la recisione delle fibre nervose per ridurre la sudorazione o il rossore. Tale procedura produce risultati permanenti, ma successivamente molti pazienti sono costretti ad affrontare serie difficoltà a causa della sudorazione compensatoria in ampie aree del corpo. In alcuni Paesi, la simpatectomia viene ancora eseguita su vasta scala, ma è caldamente consigliabile evitare questo tipo di trattamento nella maggior parte dei casi.

Sì, funziona. Secondo gli studi, la ionoforesi è particolarmente efficace nel trattamento dell’iperidrosi, soprattutto a livello dei palmi, dei piedi e delle ascelle. Sino al 90-95% dei pazienti può ottenere esiti positivi grazie al trattamento, ma è necessario dedicarvi tempo all’inizio per trovare le impostazioni adatte. I meccanismi della ionoforesi non sono ancora del tutto noti. In passato, si riteneva che gli ioni nell’acqua costituissero un blocco meccanico che impediva al sudore di fuoriuscire dalle ghiandole sudoripare. Studi recenti suggeriscono che la ionoforesi aumenta il valore di soglia a livello delle cellule nervose, rendendo necessaria una maggiore quantità di impulsi affinché si manifesti un potenziale d’azione, ossia affinché venga trasmesso un segnale alla ghiandola sudoripara.

Diffondiamo quante più informazioni possibili sul nostro sito Web. Stiamo anche cercando di aumentare la nostra attività sui social media, quali Instagram e Facebook. Sandra Eriksson Mirkovic (la sottoscritta) ed Emmili Yoshiguchi, che soffre di iperidrosi, gestiscono un podcast in svedese, “Svettpodden” (“podcast del sudore”), in cui si discute dell’iperidrosi e dei problemi correlati. In futuro, speriamo di realizzare una versione inglese di questo progetto.

Trattamento dell’iperidrosi

Sono disponibili diverse opzioni per il trattamento dell’iperidrosi, tutte potenzialmente valide, a seconda dell’area interessata dai problemi di sudorazione. Il cloruro di alluminio è un’opzione di trattamento disponibile in farmacia, solitamente senza bisogno di prescrizione.

Può contribuire ad alleviare la sudorazione a livello di ascelle, testa, schiena, inguine, natiche, torace o altre ampie aree del corpo. Tuttavia, questo metodo si rivela spesso insufficiente per molti pazienti con iperidrosi.

Un altro trattamento potenzialmente efficace è la trattamento di iniezione, che però è necessario ripetere un paio di volte all’anno. Il sostanza viene iniettato a livello cutaneo nelle parti del corpo interessate da sudorazione eccessiva e, generalmente, funge da trattamento per ascelle e palmi. È inoltre possibile ricorrere al sostanza per trattare altre aree del corpo, quali piedi, testa, schiena, inguine, natiche e torace.

Tuttavia, può essere difficile trovare cliniche che offrano questo trattamento, che può rivelarsi molto costoso e deve essere ripetuto dopo qualche mese. Alcuni pazienti risultano immuni al trattamento con la sostanza di tipo A.

Esiste un trattamento alternativo con la sostanza di tipo B, che può dimostrarsi molto efficace e provocare un impatto minore sui muscoli rispetto a quella di tipo A, ad esempio una funzione di presa temporaneamente ridotta. Tuttavia, la sostanza di tipo B presenta un effetto di minore durata.

Il medico può prescrivere compresse, che però possono causare molti effetti collaterali. Talvolta, una combinazione di compresse e trattamento di iniezione una soluzione per i pazienti con iperidrosi generale. Prima di iniziare il trattamento, occorre consultare il proprio medico presso una clinica specializzata.

Un altro metodo per il trattamento dell’iperidrosi, soprattutto a livello delle ascelle, è noto come miraDry. Si tratta di un metodo basato sulle microonde che “bolle” le ghiandole sudoripare e può portare a una riduzione permanente della sudorazione pari al 70-85% dopo 1 o 2 trattamenti. Sinora, è stato testato prevalentemente sulle ascelle, ma è possibile che sia disponibile per altre aree in futuro.

Per quanto concerne la sudorazione delle ascelle, la chirurgia può rappresentare una soluzione alternativa. Il cosiddetto svuotamento ascellare consiste nella rimozione delle ghiandole sudoripare ai fini del trattamento. Gli effetti collaterali possono essere cicatrici permanenti e gonfiore dell’area interessata.

Prima di prendere in considerazione questo tipo di intervento, è caldamente consigliabile rivolgersi a un chirurgo esperto che conosca la procedura e abbia esperienza con essa

trattamento dell'iperidrosi

Un’ulteriore opzione chirurgica per il trattamento permanente dell’iperidrosi è la simpatectomia (ETS). La simpatectomia viene utilizzata come soluzione permanente per il trattamento dell’iperidrosi di palmi e ascelle. L’intervento consiste nella recisione dei nervi che trasmettono gli impulsi responsabili della produzione di sudore a queste aree, riducendo così la sudorazione.

Benché si tratti di una soluzione permanente per il trattamento dell’iperidrosi, è spesso associata a una significativa sudorazione compensatoria a livello del tronco e ad altri effetti collaterali spiacevoli.

La ionoforesi presenta esiti positivi nel trattamento dell’iperidrosi. Si tratta di un metodo indolore utilizzabile prevalentemente per il trattamento di palmi, ascelle e piedi. Può essere eseguita a casa e produce ottimi risultati se applicata regolarmente.

La ionoforesi può essere utilizzata anche per il trattamento del viso, nonostante non ne sia ancora stata dimostrata l’efficacia come per altre aree. Oltre il 90% dei clienti soddisfatti che utilizzano la nostra apparecchiatura per ionoforesi sostiene che il trattamento produce ottimi risultati e contribuisce a semplificare la loro vita quotidiana.

  1. Ionoforesi SE 20 - soddisfatti o rimborsati entro 50 giorni
    Ionoforesi SE 20 - soddisfatti o rimborsati entro 50 giorni
    La ionoforesi è un metodo scientificamente dimostrato per il trattamento dell’iperidrosi. La n ...
    464 €
    Leggi di più

Associazione dei pazienti con iperidrosi

Le persone con sudorazione eccessiva possono unirsi all’associazione dei pazienti con iperidrosi del proprio Paese o della propria regione. Un numero maggiore di membri aumenta le possibilità di promuovere la situazione dei pazienti con iperidrosi in specifiche aree geografiche. Sentirsi a proprio agio e discutere dei propri problemi e delle proprie difficoltà a causa dell’iperidrosi può contribuire a ricondurre questa condizione alla normalità e spingere altri ad aprirsi in proposito.

Per coloro che hanno accanto una persona con iperidrosi, è importante imparare a comunicare con i propri cari circa la loro condizione. È fondamentale non accusarli di essere responsabili della loro situazione a causa di stress, sovrappeso, ecc. Per ulteriori informazioni su come gestire queste situazioni: Sweathelp.org

Insieme, possiamo fare la differenza e assicurarci che tutti i pazienti con iperidrosi ricevano una diagnosi corretta, informazioni adeguate e un valido aiuto.

TrustScore!

trustpilot trustpilot-poäng

revisione della macchina per ionoforesi
5 stelle: eccellente
Dario ha inviato una recensione su Hidroxa
“Dopo 8-9 trattamenti / giorni, mi sono completamente asciutto sulle mie mani. Ho iniziato a usare Hidroxa quasi un mese fa. Ora faccio trattamenti ogni tre giorni e sono ancora completamente senza sudore. I trattamenti sono molto facili da eseguire e indolori. Finora ho trattato solo le mani ma ho notato che anche i miei piedi sudano molto meno di prima. In realtà non so perché, ma può essere perché il mio sudore mano innescato il sudore del piede. Non so davvero perché, ma potrebbe essere perché il sudore della mia mano ha innescato il sudore del piede. È un effetto collaterale molto desiderabile. Consiglio vivamente Hidroxa e sono completamente soddisfatto con l'acquisto. È un punto di svolta! È un punto di svolta!“
revisione della macchina per ionoforesi
5 stelle: eccellente
Erik Å ha inviato una recensione su Hidroxa
"All'inizio ero un po 'titubante, ma dopo un mese di utilizzo devo dire che in realtà ha fatto la differenza. Finora l'ho usato solo per le mani, ma ho meno sudorazione e per lo più le mani secche. Si sente benissimo. Ci sono volute un paio di settimane prima che iniziasse a dare risultati, il che credo sia dovuto al fatto che ci vuole un po 'di tempo prima che le mani si abituino e siano in grado di salire a livelli di tensione più alti. È semplicemente questione di avere pazienza e non aver paura di tirare su le forze. Pienamente soddisfatto."
revisione della macchina per ionoforesi
5 stelle: eccellente
Nina ha inviato una recensione su Hidroxa
"Ho subito un intervento chirurgico per il sudore delle mani in giovane età, ma poiché questo intervento non viene più eseguito (in Norvegia) e sono ancora molto infastidito dal sudore del piede, ho deciso di provare Hidroxa. Già dopo 6 trattamenti ho notato una grande differenza, e ora sono completamente asciutto sulla parte inferiore delle piante dei piedi, anche durante l'allenamento! Proverò con un po 'di sale nell'acqua e con i calzini per il trattamento sulla parte superiore delle dita dei piedi. Ho sempre ricevuto risposte molto rapide quando mi chiedevo qualcosa. Molto soddisfatto!"